Lo scopo della religione


Cipro, Febbraio 2005 – Ad una conferenza interreligiosa, Mawlana Sheikh Nazim parla dello scopo della religione nella vita quotidiana.

Sono felice di vedere qui tante persone giovani. Sono molto contento. Che Allah vi benedica e vi ponga al Suo servizio divino qui e nell’aldilà. Comprendo che le persone religiose hanno forse diverse religioni, però tutte quante le religioni arrivano dalla stessa direzione. Le religioni chiamano le persone ad essere servi del loro Signore. C’è forse qualcos’altro (Sheikh domanda agli altri oratori)? Io sono nulla, sono zero. Uno, uno e zero. Se però aggiungi altri zeri, comincia ad esserci un valore. Se metti uno zero di fronte all’uno acquista valore, se metti due zeri molto più valore. Ma se lo zero lo metti dietro all’uno, non vale nulla, zero(*). Perciò cercate di essere con il Signore dei Cieli. Se sarete con il vostro Signore, di fronte al Suo Servizio Divino, avrete un valore, qui e nell’aldilà. A partire dal primo Profeta fino all’ultimo, attraverso la conoscenza tradizionale, come sanno anche gli altri oratori, centinaia, migliaia di profeti sono stati mandati da Allah l’Onnipotente per portare le persone alla pace in questa vita e per prepararli alla vita eterna, per l’eternità, eternità. Questa parola, anche se non è della mia lingua, è una parola così dolce per la mia anima. Eternità… O gente, cercate di esistere per l’eternità, non per questa sporca vita. Cercate di esistere per la vita eterna, per l’eternità. O nostro Signore. Tu sei l’eterno, dalla preeternità fino a tutta l’eternità. Ci sta chiamando, venite a Me, venite a Me, accettate il mio servizio, accettate l’onore con cui vi rivesto quando accettate di essere miei servi. Non siate servi dei vostri ego, non siate servi di shaitan, non siate servi di questo mondo sporco. Questa è la missione, la vera missione, da Adamo, Noé, Abramo, Isacco, Ismaele, Giacobbe, Giuseppe, Mosé, Davide, Salomone, Zaccaria, Gesù Cristo, Muhammad, la pace sia su tutti loro. Loro chiamano le persone al servizio, ad accettare di essere servi dei Cieli, non servi di questa sporca vita. O gente, stiamo vivendo negli ultimi giorni, come menzionato nei Libri Sacri, la Sacra Torah o Antico Testamento, il Nuovo Testamento e il Sacro Corano. Essi citano i segni degli ultimi giorni e menzionano che nell’ultimo giorno ci sarà la resurrezione in cui i morti torneranno alla vita. Non usate le vostre menti per cose così grandi che non potete comprendere. Non dite, come è possibile che ci sia una seconda vita, come possono le ossa tornare insieme un’altra volta. Perché non vi chiedete come può lo sperma, nel ventre materno, diventare una creazione perfetta? Chi fa questo? I dottori? O vostro padre? O vostra madre? Potreste rispondere la nostra madre. Ma allora penso ai gatti, anche loro generano figli e li osservo. Li conoscete i gatti? Ieri osservavo quattro piccoli gattini appena nati e mi chiedevo, quella gatta ha fatto questo da sola oppure un potere nascosto lo ha ordinato? E mi sorprendevo, tutti di colori diversi, questo giallo, questo rosso. E poi alcuni maschi e altre femmine. Chi fa questo? Le persone non pensano mai a ciò, però si limitano a dire: “Come è possibile? Le persone saranno nelle loro tombe, come terra, polvere e poi torneranno?” . Non domandate! Chi ha portato voi a questa vita potrà portare qualcuno come voi nel giorno della resurrezione. Siamo credenti, non persone materialiste, né atee.

(*) Leggendo da sinistra a destra, il “di fronte” e il “dietro” si scambiano, ma il significato è chiaro.

N.Due – Salatullah Salamullah

Diversi anasheeds (canti tradizionali) sono contemporaneamente delle composizioni poetiche in onore del Profeta Muhammad (pace su di lui) e delle invocazioni a Dio. E’ presentato qui il testo completo del nasheed in arabo AsSalatu al Badriyyah, con traslitterazione e traduzione, insieme con la registrazione di una delle tante versioni che circolano. Tutto quanto il poema è piuttosto lungo, però alcuni versi si possono imparare, così da poterli cantare quando ve ne sia occasione, magari accompagnandoli con il ritmo di un tamburo.

Il testo è stato adattato da una raccolta curata da Sheikh Hisham Kabbani, che si può trovare su isn1 (US) e barakah (UK) .

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


Download:   N.Due - Formato A4 ( 263,2 KiB )


Download:   N.Due - Pieghevole ( 260,7 KiB )

Khatmu-l-Khwajagan

un vero Dhikr… da naqshbandi.org

Nell’Ordine Naqshbandi, gli esercizi spirituali quotidiani e lo dhikr settimanale in congregazione, conosciuto come Khatmu ‘l-Khwajagan, sono pratiche importanti che il discepolo non deve abbandonare. Il Khatmu ‘l-Khwajagan è recitato sedendosi insieme con lo Shaykh. Si tiene una volta a settimana, preferibilmente di giovedì sera o di venerdì, due ore prima del tramonto. Il Khatmu ‘l-Khwajagan è di due tipi: Khatm lungo (si usano dei sassolini per contare le ripetizioni) e Khatm breve.

La trascrizione di entrambi si trova QUI (inglese).
La narrazione dell’origine del Khatm, nonché dell’Ordine Naqshbandi stesso si trova QUI (italiano).
La registrazione di un Khatm breve, registrato il 15/11/2007 a Fenton MI,
si può scaricare da QUI (attenzione 31MB!)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Adab al-Suluk

Maqam di Sheikh Najmuddin Kubra
Adab al-Suluk.
Trattato sul percorso spirituale, di Sheikh Najmuddin Kubra
Chiunque spera di incontrare Dio, deve sapere che il momento dell’incontro arriverà. Indicazioni per la rimozione dei veli che impediscono la visione del cuore e impediscono alla luce degli attributi Divini di risplendere nel cuore del viaggiatore.

Discorso di Maulana Sheikh Nazim: Essere interamente presenti
Per ogni minima distrazione, la forza spirituale di una riunione diminuisce.

Download:   N.Uno - Formato A4 ( 471,4 KiB )


Download:   N.Uno - Pieghevole ( 468,4 KiB )

Allah ci invita alla Sua Presenza Divina

MSN - foto di Abdallah Riemer - 2006
Due discorsi di Maulana Sheikh Nazim:

- Allah ci invita alla Sua Presenza Divina!
Dio ci sta invitando alla Sua Presenza Divina. Perché non ascoltiamo quel richiamo? Esiste sin dai tempi di Adamo…

- Rasulullah (s), la mano dai cieli per salvare l’umanità
Come un uomo in un pozza ha bisogno di un aiuto esterno per salvarsi, così l’umanità ha bisogno di una corda dai cieli per tirarsi fuori dalle circostanze difficili in cui si trova.

Download:   N.Zero - Formato A4 ( 354,5 KiB )